Tonno piccante ma... sostenibile!

7 Commenti

Tonno piccante con piselli

Ciao a tutti, come avevo scritto in un post di qualche tempo fagià da tempo cerco di dare molta importanza, nella spesa e nelle ricette che scelgo, agli aspetti "etici" e alla "sostenibilità" del cibo...

Proprio su questo versante, mi sono trovata in conflitto con la mia grande passione per il tonno! Infatti questo buonissimo (e molto salutare) pesce azzurro, come saprete, è purtroppo una delle specie ittiche più sfruttate e a rischio estinzione... Soprattutto alcune varietà, ed in particolare l'ormai famoso (anzi, persino inflazionato) tonno rosso.

Avrete notato che tra le ricette di Mondo Piccante molte hanno come ingrediente base proprio il tonno, anche perchè è uno dei nostri pesci preferiti. Fortunatamente, si può ancora gustare dell'ottimo tonno con un occhio di riguardo alla sostenibilità e, perchè no, al risparmio.

Innanzitutto, per molte delle ricette a base di tonno fresco si possono scegliere proficuamente varietà meno sfruttate (e, tra l'altro, molto più economiche): citiamo ad esempio il tonno alletterato, il tonnetto striato, il tombarello (bonito) o la palamita. Ovviamente un occhio di riguardo va anche alla provenienza del pesce: ad esempio qui in Sardegna la pesca e la lavorazione del tonno sono una attività tradizionale e una fonte di reddito indispensabile per l'economia della zona di Carloforte e Calasetta.

Anche il tonno in scatola, frequentemente (e giustamente) finito sul banco degli imputati per via delle sue modalità di produzione assolutamente non sostenibili (pesca indiscriminata, danneggiamento di specie protette come delfini e tartarughe ecc), non dovrà necessariamente essere bandito dalle nostre tavole e nemmeno dalle nostre ricette piccanti: grazie alle pressioni dei consumatori più consapevoli, infatti, alcune importanti aziende hanno deciso di adottare delle pratiche di pesca e produzione più sostenibili. Bisogna quindi scegliere la marca con attenzione e spirito critico: non sto qui a fare pubblicità a nessuno, ma vi invito a controllare l'interessante dossier di Greenpeace su questo argomento.

E per il futuro... Una grande speranza ci viene offerta dalla ricerca scientifica: recentemente si è raggiunto il difficile obiettivo di far riprodurre il tonno rosso in cattività (vedi questo articolo), cosa che apre le porte alla possibilità di allevarlo... Ovviamente stando attenti a evitare le degenerazioni dell'allevamento intensivo!

Your rating: Nessuno Average: 3 (2 votes)

7 Commenti

Tonno sostenibile

Che sacrificio rinunciare al tonno!

Vabbè, ultimamente ci si sta moderando. Tra le piccole soddisfazioni riguardanti il consumo del tonno in scatola c'è quello dei risultati del lavoro Greenpeace: pare che le aziende, soprattutto in seguito al progetto "Rompiscatole" abbiano iniziato a porre maggior attenzione alla provenienza del tonno. Insomma, non sono bene a conoscenza nel dettaglio dei criteri di valutazione adottati da Greenpeace, comunque mi sembra un buon esempio di come un consumo responsabile sostenuto da un'adeguata campagna di sensibilizzazione possa influire concretamente su aspetti così importanti...

Sono d'accordo

Il consumo responsabile è una cosa molto importante e ultimamente sta mostrando come possa essere un aspetto molto influente.

Per quanto riguarda il tonno: a me piace tantissimo, ho detto tutto (sigh!)

Tonno sostenibile

"Le decisioni dei produttori di tonno in scatola e della grande distribuzione organizzata possono davvero trasformare il mercato. La soluzione esiste, e prima che anche gli stock di tonno tropicale vengano totalmente compromessi, come è successo per il tonno rosso del Mediterraneo, bisogna eliminare gli attrezzi pericolosi, ridurre lo sforzo di pesca e tutelare con riserve marine le aree più importanti per queste specie." fonte: Greenpeace

veramente buono a sapersi,

veramente buono a sapersi, visto che i comportamenti dei consumatori possono cambiare davvero le politiche della GDO e dei produttori...

GDO

GDO=?

Grande Distribuzione

Grande Distribuzione Organizzata

classifica tonno in scatola

si, speriamo che continuino, non hanno più stilato nuove classifiche con la comparazione 2011 del tonno più "sostenibile".