Contaminazioni e cucina piccante

1 Commenti

Leggendo un libro sulla cucina indiana sono rimasto molto sorpreso dal fatto che non soltanto gli inglesi, colonizzatori dell'India, ma a loro volta colonizzati culinariamente hanno subito il fascino della cultura culinaria del luogo dando vita ad un interessantissimo melting pot di ricette. Infatti uno dei piatti principali della cucina indiana, o almeno, uno dei più rinomati e proposti nei ristoranti che servono questo tipo di cucina, è il Vindaloo, un piatto introdotto originariamente a Goa dai portoghesi.

Il piatto è infatti a base di maiale, certo non molto consumato in India, ma nonostante ciò è diventato ben presto molto apprezzato nel resto della cucina indiana che non ha perso tempo a metabolizzare la ricetta e a proporne varianti con pollo e agnello con l'aggiunta di spezie e chili.

Il nome deriva dal portoghese Vinha d'Alho (da "vinha" vino e "alho" aglio). Il piatto è molto piccante ed è consigliato ai palati forti.

Anche la sua preparazione non è molto difficile. E' necessario preparare in anticipo di almeno un giorno la marinata.

Sarebbe interessante conoscere le varianti di questo piatto direttamente da chi lo ha assaggiato in India e in Portogallo.

Intanto mi propongo di segnalare siti dove acquistare a buon prezzo gli ingredienti base per un ottimo Vindaloo versione casereccia.

Your rating: Nessuno Average: 4.7 (3 votes)

1 Commenti

Speciale cucina portoghese e specialità di Goa

Ciao Sergio, per ora ti segnalo questo articolo .

Per quanto riguarda gli ingredienti non ho mai trovato uno shop completo e degno delle aspettative. Chi farà prima a trovarlo farà sapere all'altro!