Bruschetta

La bruschetta

La bruschetta nasce come piatto povero contadino in diverse regioni italiane.

Nata come spuntino nei campi agricoli, magari per insaporire il pane raffermo dei giorni passati, oggi la bruschetta viene spesso preparata per antipasti o stuzzichini di ogni genere e assume caratteristiche e ruoli differenti a seconda della regione d'origine. Ad esempio in Toscana durante l'autunno la "fettunta" (fetta unta) è una vera e propria cena, accompagnata soltanto da qualche bicchiere di vino rosso novello.

La bruschetta viene preparata con una fetta di pane tipicamente casereccio abbrustolito ("bruscato") nel forno, sulla brace o sulla piastra. Non appena il pane diventa croccante, nella sua forma più semplice, gli viene strofinato sopra dell'aglio crudo. Successivamente viene versato un pizzico di sale e dell'olio extra vergine di oliva, la cui ottima qualità è un fattore imprescindibile per una buona bruschetta. Esistono tante varianti e un'infinità di ingredienti che possono insaporire o addirittura trasformare la bruschetta in un piatto completo: salse, erbe, salumi, carni, ortaggi, ecc. Per quanto riguarda il mondo del peperoncino, la bruschetta nella sua forma più semplice è perfetta per assaporare varietà particolarmente aromatiche del peperoncino. Ad esempio, strofinando un habanero sul pane croccante, con aglio, olio e sale, il particolare aroma del peperoncino risalta quasi più che in ogni altro piatto.